Quotidiano di Puglia

1angelo-quotidiano

QUOTIDIANO DI PUGLIA, 6 ottobre 2008

Dai servizi segreti a Lucifero, tensione e ironia

Tutti insieme, esotericamente. Sono anni, ormai, che il thriller a sfondo religioso-esoterico impazza nel mercato editoriale con risultati a volte, come nel caso del Codice da Vinci di Dan Brown, assolutamente straordinari. Effetto probabilmente della crisi della cultura occidentale che ha sicuramente favorito nel nostro periodo un’istanza di spiritualità sempre più forte. E tra le altre vie di percorso individuale su questa strada, da qualche tempo stiamo assistendo a una “riscoperta” dello gnosticismo, quell’antica eresia cristianafiorita nell’epoca ellenistico-romana del II e III secolo d.C. e che ebbe tra i suoi primi rappresentanti Simone Mago, Basilide, Valentino e Carpocrate. E anche sullo gnosticismo si basa l’ultimo romanzo del leccese Paolo Dune Il primo angelo.

Nato nel 1968, Paolo Dune (pseudonimo di Paolo Pallara), dopo aver pubblicato alcuni racconti e una raccolta di aforismi, nel 2001 ha scritto il primo romanzo, L’attenuante 666, una vicenda teologico-giudiziaria con un processo al Diavolo, dove tra avvocati e streghe si ribalta la visione tradizionale biblica.

Il nuovo romanzo (sottotitolo “Quale segreto si cela dietro l’origine di Lucifero?”) è un thriller ben scritto e con risvolti anche ironici che si interroga sulla vera natura di Lucifero, l’angelo caduto dal cielo meglio noto con il nome di Satana. Una giovane esorcista spagnolo viene coinvolto in una storia di spionaggio internazionale, con i servizi segreti sulle tracce di una donna americana sospettata di essere una strega che si recherà proprio da lui per chiedere aiuto in una vicenda le cui fila sono mosse da Satana. Il giovane accetta di accompagnarla in un viaggio alla ricerca di un’antica eresia sull’origine del Male, inseguiti dei servizi segreti, dal Vaticano e dalla Massoneria. Attraversando l’Europa, i due giungeranno a Rennes-le-Chateau, il piccolo paese francese denso di misteri cui sono stati riversati fiumi di inchiostro, per approdare infine a Gerusalemme.
Una sequela di avvenimenti dal ritmo incalzante dove non mancano però i momenti di dialogo tra i personaggi che parlano di eresia, templari, culti antichi e appunto dello gnosticismo, una cui corrente tentò la reinterpretazione della figura luciferina in chiave salvifica e liberatrice per l’uomo dalla tirannia del Dio.
Assunto fondamentale dello gnosticismo, che letteralmente significa “conoscenza”, è infatti che la creazione del mondo in cui viviamo sia un fatto negativo, voluto da un dio malvagio ed egoista che gli gnostici identificano nel Dio dell’Antico Testamento. A fronte di questa realtà negativa esiste, platonicamente, un’altra realtà perfetta, situata fuori da questo mondo, dove regna il vero Dio. Molto interessanti anche le pagine dedicate ai templari, nati come ordine dei poveri cavalieri di Cristo nel 1118 a Gerusalemme, conquistata dai crociati alcuni anni prima.

di Eraldo Martucci

Follow by Email
Facebook
Facebook
Google+
http://www.paolodune.it/rassegna/cat-il-primo-angelo/quotidiano-il-primo-angelo/
QuiSalento