Quotidiano di Puglia

QUOTIDIANO DI PUGLIA, 7 gennaio 2015

Tra scienza e religione, un singolare thriller pieno di colpi di scena firmato dallo scrittore salentino Paolo Dune

Quotidiano di Lecce

La formula segreta che spiega la fede

Non lo vogliamo sottolineare più di tanto, ma Dan Brown e i mille romanzi usciti dopo il suo successo che hanno fatto e continuano a fare la fortuna di numerose case editrici, hanno anche da noi, ottimi e agguerriti seguaci.

Certamente annoveriamo fra costoro Paolo Dune, al secolo Paolo Pallara che è in libreria col recentissimo La variabile celeste, con sottotitolo di grande impegno: La fede non è più un mistero – Teo-thriller fideistico. Per gli amanti del genere, Dune racconta la storia della giovane e intraprendente dottoressa Sibylle Grayel che decide di proseguire le ricerche di uno scienziato, ucciso in circostanze misteriose, che stava per svelare i risultati clamorosi della sua ricerca sull’origine biologica del sentimento religioso.
Come è naturale, di fronte a una scoperta di tale portata, si scatena l’interesse di molte potenze che vogliono distruggere o utilizzare per fini poco edificanti il risultato raggiunto dallo scienziato. Nella vicenda viene coinvolto il teologo Juan de Tuleda, esperto della cosiddetta “sindrome di Gerusalemme”, una patologia che colpisce i devoti della Città Santa.Ma Juan non è solo un esperto di possessioni mistiche, e anche un ex esorcista che ha avuto esperienze dirette con forze trascendenti, l’unico che si renda conto dell’enorme rischio che gli esperimenti sulla fede comportano.Angeli e demoni (non è un caso) sembrano ruotare intorno al gruppo di scienziati in un mosaico molto complesso che condurrà fino alla scoperta di un incredibile complotto in seno alla cristianità e a svelare il segreto della “meccanica della fede”. Pallara non è nuovo a queste tematiche: già nel suo precedente romanzo Il primo angelo, tutto ruota intorno ad una sorta di neo misticismo che porta l’autore ha esiti serrati, ironici, a volte grotteschi, nell’alternarsi tra fede e religione da una parte e la realtà del mondo d’oggi, irto di trabocchetti e inconfessabili tendenze al Male dall’altra. Ma c’è da sottolineare come il bravo Dune sia un esperto affabulatore, che riesce a mantenere il tono narrativo sempre ad un buon livello senza indugiare spesso inevitabili percorsi iperfantasiosi, che finirebbero per stancare e riuscire stucchevoli.L’autore fornisce in chiusura del libro, una serie di delucidazioni e l’elenco con breve biografia degli autori menzionati nel romanzo. Un misto di amara fantasy e veloci incursioni tra scienza e religione, passando anche per Twitter e Facebook. La ricetta è efficace, vincente la scelta di mescolare placebo e Templari, sette mistiche e possessioni, sindromi e complotti. Trecento pagine “piene” per La variabile celeste, e una copertina da apprezzare dovuta all’immaginifico Paolo Guido.

Tecnica e fantasia tecnica e fantasia al servizio della narrativa

Il sentimento religioso ha un’origine biologica. Esiste una formula, insomma, che spiega la fede. È questa la “trovata” alla base del libro di Paolo Dune (pseudonimo di Paolo Pallara) nel libro La variabile celeste. Un romanzo singolare per tecnica e lavoro progettuale che tende deliberatamente all’effetto scenico e narrativo e sfida la tradizione “americana” dei libri di grande tiratura destinati a intrattenere il pubblico come veri e propri spettacoli ricchi di colpi di scena. Lo scienziato che muore all’inizio della storia fa parte di un progetto internazionale che indaga, appunto, sull’origine biologica del sentimento religioso. Da lì si dipana la storia intorno ad una ricerca tanto coraggiosa quanto rivoluzionaria per la cultura del mondo intero.Dune si sta rivelando con il tempo specialista del genere. Prima di questo romanzo, ha pubblicato L’attenuante 666 e, nel 2008, Il primo angelo. Con la sua ultima prova, ancora una volta Dune ha scelto la fede e la religione come tema e ambiente del proprio lavoro. Ne viene fuori un confronto serrato, che non rinuncia a scenari ironici e grotteschi.

di Raffaele Polo

Follow by Email
Facebook
Facebook
Google+
http://www.paolodune.it/rassegna/cat-la-variabile-celeste/quotidiano-la-variabile-celeste/
Incontro con Piergiorgio Odifreddi