L’Attenuante 666

  • Editore: Youcanprint
  • Collana: Narrativa
  • Pagine: 250
  • ISBN: 9788893061520

Leggi l’estratto

Acquistabile da:

amazon  ibs  mondadori

la feltrinelli  libreria universitaria

Categoria: ID prodotto:434

Descrizione

In una notte di tempesta a Berlino, il Diavolo – Satana in carne ed ossa – viene arrestato dalle forze dell’ordine in una delicata operazione segreta. La notizia esplode sulla stampa suscitando ovunque meraviglia e apprensione, e la macchina giudiziaria umana si attiva per organizzare un grande processo televisivo e giudicare il Diavolo in diretta mondiale.
L’evento di importanza universale coinvolge tutti: capi di stato, leader religiosi, giornalisti, scienziati, ma anche demoni, streghe e angeli. Come in un antico duello, il Bene ed il Male si fronteggiano aspramente nelle aule giudiziarie. E quando l’imputato salirà a rendere la sua deposizione, dinanzi a una platea ostile e incredula, le sue parole sconvolgeranno ogni aspettativa, ribaltando le premesse e mostrando un altro lato della verità, una verità da sempre nascosta tra le righe delle antiche Scritture.
Sulla falsariga di un romanzo giudiziario, si tratta di una sofisticata commedia a sfondo filosofico, il primo libro che racconti la religione dal punto di vista del nemico.
È possibile far assolvere il Diavolo dall’accusa di aver dannato il mondo? Un avvocato ci prova nel più surreale processo mai raccontato!

«Procedimento n.666. La comunità internazionale contro Lucifero Satana, detto Belzebù. Accusa: aver dannato il mondo.»

L’edizione 2015 di Youcanprint – con il sottotitolo Le ragioni del Diavolo –  è la seconda edizione dell’opera, riveduta e corretta, dopo quella del 2001 che ha ottenuto importanti riconoscimenti letterari:
– seconda classificata al Premio nazionale “La Tavolozza”, Salerno 2005;
– terza classificata al Premio nazionale “Il Parnaso delle muse”, Martina Franca 2005;
– prima classificata al Premio “AlberoAndronico”, Roma 2008;
– attestato di “Ingegno della letteratura” al Premio “Città di Crispiano”, 2008.

Ti potrebbe interessare…